KOSOVO: GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI

La situazione di tensione permanente che caratterizza il Kosovo da ormai molti mesi è degenerata domenica in un grave incidente, che purtroppo ricorda da vicino le prime fasi dei conflitti nella ex Jugoslavia degli anni Novanta. Un gruppo di uomini ben armati e militarmente addestrati ha teso un'imboscata ad una pattuglia della polizia kosovara nel nord del Paese, vicino al villaggio di Bjasnica. Dopo che nell'attacco un poliziotti kosovaro è rimasto ucciso, numerosi uomini armati si sono barricati in un monastero ortodosso serbo, dando luogo ad una sparatoria con le forze di polizia kosovare. Lo scambio di colpi di arma da fuoco è cessato solo dopo diverse ore, lasciando a terra tre morti tra i serbi e diversi feriti tra i poliziotti kosovari.

Il giorno dopo, lo scambio di accuse è stato feroce: il premier Kosovaro, Kurti, ha chiamato in causa direttamente la Serbia accusandola di aver armato, addestrato e sostenuto i "terroristi" responsabili dell'imboscata. Il premier serbo Vucic, da parte sua, ha negato qualsiasi coinvolgimento della Serbia nell'azione e ha rilanciato le accuse nei confronti del governo di Pristina, a suo dire responsabile di un tentativo di pulizia etnica contro i serbi nel nord del Kosovo.

Da parte di USA e UE l'azione terroristica è stata fermamente condannata, mentre la Russia fa sapere di essere in stretto contatto con la Serbia e di star monitorando con attenzione la pericolosa situazione del Kosovo. Nulla di buono all'orizzonte. 

Due articoli da The Guardian e Politico.eu testimoniano il rinnovato interesse e preoccupazione dell'Europa per il Kosovo.

Politico.ue

The Guardian


Commenti

Post popolari in questo blog

UFFICIALE: DODIK PRESIDENTE DELLA REPUBLIKA SRPSKA

SREBRENICA E IL PRIMO 11 LUGLIO SENZA IRFANKA PASAGIC

KOSOVO: COSA STA SUCCEDENDO